Istituto Omnicomprensivo Luigi Pirandello

di Lampedusa e Linosa

Progetto ‘L’Europa inizia a Lampedusa’

“A ottobre 250 studenti a Lampedusa per settimana approfondimenti”
da Ufficio Stampa del Ministero

Il 19 maggio 2016, è stato siglato, al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, il Protocollo d’intesa fra MIUR e UNHCR, Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati, che dà il via a una collaborazione tesa a promuovere nella scuola i temi dell’accoglienza, dell’integrazione e della solidarietà internazionale.

Il Protocollo, che è stato firmato dal Ministro Stefania Giannini e dal Rappresentante UNHCR per il Sud Europa Stephane Jaquemet, prevede la realizzazione di una serie di attività congiunte fra i due organismi mediante l’elaborazione di specifici progetti.

Viaggi-da-imparare_logoIl primo frutto di questa collaborazione è il sito interattivo www.viaggidaimparare.it destinato ai docenti delle scuole secondarie di I e II grado. Il sito, attraverso una mappa interattiva e schede di supporto, fornisce elementi di conoscenza del fenomeno dei rifugiati. Alla realizzazione di “Viaggi da Imparare” ha collaborato il Comitato 3 Ottobre, organizzazione che ha avuto il merito di far istituire la Giornata della memoria e dell’accoglienza che sarà celebrata il 3 ottobre di ogni anno in ricordo del naufragio del 2013 davanti alle coste di Lampedusa e nel quale persero la vita 368 persone.

“Il sito rappresenta una prima azione concreta di attuazione del Protocollo – sottolinea il Ministro Giannini – Sul tema dell’accoglienza e dei rifugiati questo Ministero sta già facendo molto…. Attraverso il progetto ‘L’Europa inizia a Lampedusa’, dal 30 settembre al 4 ottobre, porteremo 250 studenti italiani e del resto d’Europa sull’isola per una settimana di approfondimenti. Mentre i ragazzi lampedusani andranno nelle scuole per raccontare la loro esperienza sull’isola”.

“La recente crisi dei rifugiati in Europa ha portato alla luce una realtà che prima era troppo poco conosciuta. Oggi, non è più possibile ignorare quello che sta succedendo in Siria, in Afghanistan, in Sudan o in Somalia, a causa della guerra e della persecuzione i rifugiati nel mondo hanno superato la cifra di 60 milioni di persone – ha ricordato Stephane Jaquemet – Come esseri umani il nostro primo dovere verso i rifugiati è quello di conoscerli, di chiederci da dove vengono, perché hanno lasciato tutto, perché si mettono nelle mani di trafficanti senza scrupoli e rischiano la loro vita per scappare, cosa accade loro quando arrivano in Italia o in altri paesi Europei – ha aggiunto – Il desiderio di conoscere e di comprendere è il primo vero atto di solidarietà e di accoglienza verso l’altro”.

 

“Ventimiglia-Lampedusa: frontiere e fratellanze”

“Mediterraneo: poesia del mare che unisce”

Ieri pomeriggio alle ore 18, alcuni studenti della nostra scuola secondaria di primo grado in videoconferenza con altri coetanei delle scuole Biancheri di Ventimiglia hanno presentato il loro libro di poesie realizzato insieme nell’ambito del gemellaggio intrapreso nell’anno scolastico 2013-2014.sfondo preside sfondo Elisa

Il progetto “Ventimiglia-Lampedusa: frontiere e fratellanze”, portato avanti dalle referenti prof.ssa Nadia Ferraldeschi e prof.ssa Elisabetta Cappello, è nato con il proposito di sensibilizzare gli alunni alla tematica della migrazione focalizzando l’attenzione sia sui disagi di coloro che spesso si trovano ad affrontare enormi ondate migratorie, sia, soprattutto,  sui pericoli che affrontano chi, per vari motivi, è costretto a lasciare la terra d’origine per cercare fortuna in altri luoghi, rischiando di morire durante i cosiddetti viaggi della speranza.

Il proseguimento di questo percorso progettuale è stato una  raccolta di poesie, dal titolo “Mediterraneo: poesia del mare che unisce”, realizzata dagli alunni dei due istituti scolastici gemellati, due scuole geograficamente lontane, ma accomunate dalla consapevolezza che l’accoglienza, la solidarietà umana e la tolleranza sono valori che non conoscono frontiere.

Gli studenti coinvolti nel progetto, ispirandosi al Mar Mediterraneo, hanno dato libero sfogo alla loro fantasia, alle loro emozioni e ai loro sentimenti componendo numerosi testi poetici.

 

 

 

Festa della Mamma a Linosa

9 4 8 7In data 13 maggio 2016, dalle ore 10.30 alle ore 12.00, presso il salone dell’Istituto Omnicomprensivo di Linosa, alla presenza dei genitori e di alcuni parenti, si è svolto un breve recital dedicato alla Festa della Mamma.

Hanno partecipato al suddetto spettacolo tutti gli alunni della scuola dell’infanzia, primaria e alcuni della scuola secondaria di I grado. Sono state recitate alcune poesie relative al tema, inframmezzate da canti.

32 6 5 1

Gli alunni sono stati preparati a tale scopo, sotto forma di attività curriculare, dai docenti: Remirez Anna, Parello Rosalia, Abbate Rosa, Teresa Isabella e Giuseppina Cavallaro.

Il progetto è stato iniziato subito dopo le festività pasquali e ad esso sono state dedicate complessivamente 10 ore per ciascun docente interessato, usufruendo delle ore di Italiano, Musica, Ed. Fisica ed Arte, per la realizzazione di piccoli biglietti d’invito e regalini.

I ragazzi hanno partecipato con interesse ed entusiasmo, realizzando un prodotto finale semplice, ma molto sentito.

Anche i genitori hanno gradito il lavoro svolto dal gruppo docenti, così come l’impegno dei loro figli, partecipando, tra l’altro, con l’offerta di vivande per un piccolo rinfresco.

A conclusione dello spettacolo gli alunni sono rientrati in classe e hanno ripreso le normali attività didattiche.

Le insegnanti coinvolte nel progetto

 

 

Gli studenti lampedusani e i viaggi solidali da Roma e da Latina

image image1Nei giorni 6-13-20/04/2016, presso i locali della Scuola Secondaria di II grado, alcune classi del Liceo Scientifico hanno incontrato un gruppo di alunni del Liceo Scientifico « Morgagni » di Roma. L’idea degli incontri è nata in occasione del viaggio d’istruzione che il Liceo Morgagni ha organizzato a Lampedusa, prevedendo anche un momento di scambio tra coetanei che vivono due realtà diverse: da un lato quella cittadina, dall’altro quella isolana. Durante gli incontri, i ragazzi tutti si sono confrontati su tematiche relative ai loro diversi stili di vita, attraverso uno spontaneo dialogo costruttivo e vivace che si è svolto, all’insegna del più alto senso di accoglienza e apertura all’altro, motivo di crescita e arricchimento culturale.

image3 image4 La stessa esperienza, poi, si è ripetuta sabato 07/05/2016 quando alcuni alunni del secondo biennio e dell’ultimo anno del nostro Liceo hanno condiviso una parte della mattinata a scuola, dialogando e confrontandosi, con una scolaresca dell’Istituto « A. Manzoni » di Latina, con la presenza, in qualità di osservatrice esterna, di una docente dell’Istituto « Darby » di Cisterna di Latina. Soddisfatti dell’esperienza vissuta, i ragazzi tutti porteranno nel cuore i frutti di tanti incontri carichi di significato!

image7 image5 image8

Prof.ssa Angela Gueli

Corso di formazione giornalistica al Liceo Scientifico di Lampedusa

8fc496_8609d748291645bb8a2871e6c86654c9Nei giorni 9-10-11 Maggio 2016, le classi del secondo biennio e dell’ultimo anno del Liceo Scientifico hanno partecipato ad un corso di formazione giornalistica, tenuto dall’Associazione “Occhiblu”, in occasione della manifestazione Lampedus’amore-Premio Giornalistico internazionale “Cristiana Matano”, che si svolgerà l’8 e il 9 luglio 2016.

Cristiana Matano era una giovane giornalista campana, vissuta in Sicilia, che perse la vita l’8 luglio del 2015 a soli 45 anni, stroncata da un terribile male. Cristiana Matano amava la vita, la famiglia, la sua professione e Lampedusa, l’isola che era il suo “rifugio”, dove ha scelto di riposare, coronando l’ultimo dei suoi desideri.

Pertanto, per ricordare Cristiana, l’associazione “Occhiblu” (fondata dal marito Filippo Mulè, anche lui giornalista professionista, dalla figlia Marta, studentessa nella facoltà di Beni Culturali a Milano, e dalla sorella Monica, giornalista di Raisport) ha indetto tale manifestazione, che ha visto come attività propedeutica un corso di formazione giornalistica, rivolto alle classi del secondo biennio e dell’ultimo anno del Liceo Scientifico, avente come momento conclusivo la stesura di articoli di giornale, i migliori dei quali saranno premiati il 9 luglio nel corso della serata in cui verrà assegnato il Premio giornalistico.

Il corso di formazione si è svolto in tre diversi momenti, di cui i primi due tenuti dalla giornalista professionista, Marina Turco, la quale, col primo incontro ha avuto come scopo quello di introdurre gli studenti nel mondo dell’informazione, mentre col secondo ha presentato i diversi mezzi di informazione, nazionali, locali e internazionali, del giornalismo contemporaneo.

image_3imageNella terza fase del corso, infine, il Prof. Giammaria De Paulis, autore del libro “Facebook: genitori alla riscossa”, ha relazionato su tale argomento, con la presenza del giornalista, Sig. Filippo Mulè, della giornalista, Marina Turco, e del Presidente del  Co.Re.Com. Sicilia, Dott. Ciro Di Vuolo.

L’incontro si è realizzato con la compresenza di studenti, docenti e genitori e si è discusso delle tematiche e delle problematiche connesse all’uso dei social e delle community da parte degli adolescenti, mettendone in evidenza i forti rischi che un cattivo uso di questi comporti.

image_4 image_2

L’intero corso di formazione ha riscosso grande successo tra i ragazzi, che hanno partecipato con grinta e curiosità, riuscendo ad apprendere importanti conoscenze circa questioni che li toccano da vicino nella loro vita quotidiana.

image_1

 

Prof.ssa Angela Gueli

Questionario di Gradimento Progetto Madrelingua in Classe

indexCaro studente e gentile genitore,

al fine di migliorare la qualità dell’offerta formativa della nostra scuola, vi chiediamo di rispondere al seguente questionario online relativo alle attività svolte durante il progetto madrelingua in classe.

 

Le vostre opinioni e proposte verranno attentamente vagliate e prese in considerazione.

 

Questionario_banner_ita

Vi ringraziamo per la  collaborazione!

Corso di formazione giornalistica per studenti delle scuole superiori

8fc496_8609d748291645bb8a2871e6c86654c9Nell’ambito della prima edizione del premio internazionale di Giornalismo “Cristiana Matano” organizzata a Lampedusa dall’associazione ONLUS OcchiBlu, il 9, 10 e 11 maggio 2016, i giornalisti Marina Turco,  Filippo Mulè ed  Enrico Del Mercato terranno degli incontri con le classi del triennio dell’istituto di istruzione superiore “E. Majorana” aventi lo scopo di introdurre gli studenti al mondo dell’informazione.

Il giornalismo e i suoi principi fondamentali; il concetto di notizia e il rapporto con le fonti giornalistiche; la necessità di essere informati in un Paese democratico; il concetto di pluralismo come garanzia di un’informazione di tutti e per tutti; la coscienza critica di un cittadino e il suo sguardo sul mondo grazie all’informazione; i mezzi di informazione nazionali, locali ed internazionali del giornalismo contemporaneo: carta stampata, tv, radio, siti web, blog: sono alcune delle tematiche che verranno sviluppate durante gli incontri.

Uno spazio importante sarà dedicato ai “new media”: Internet, siti on line, social network, blog.

Questa fase del progetto prevede un incontro, che si terrà giorno 11 maggio alle ore 11.00 presso il liceo scientifico , con studenti, docenti e soprattutto genitori per discutere le tematiche e le problematiche connesse all’uso dei social e delle community da parte degli adolescenti.

imagesIl seminario, tenuto da Giammaria De Paulis, autore del libro Facebook. Genitori alla riscossa. indexVademecum per non smarrire i propri figli online,offre un’importante opportunità per capire come educare i propri figli a un uso corretto e consapevole dei social network, aiutarli a proteggere la loro sfera privata da intrusioni malevoli e agire nel rispetto delle regole di comportamento e della privacy. All’ncontro, interverrà anche il Dott. Ciro di Vuolo, presidente del Corecom.

20x20Tutti i genitori sono, quindi, invitati a parteciparvi.

 

 

 

 

 

 

 

Successivamente, i ragazzi delle scuole superiori, con l’ausilio dei propri insegnanti, procederanno alla scrittura di un articolo il cui tema verterà su argomenti affrontati durante i seminari, in special modo: informazione e minori, informazione e migranti, come viene raccontata l’emergenza immigrazione e come potrebbe essere raccontata, come si vedono descritti gli abitanti di Lampedusa e come vorrebbero essere descritti dai mezzi di informazione.

Gli elaborati saranno consegnati  entro il 9 giungo 2016 ad una giuria composta da due giornalisti iscritti all’albo professionale, da un rappresentante del Comune di Lampedusa e Linosa e da un rappresentante dell’istituto di istruzione superiore “E. Majorana”. I migliori scritti saranno premiati il 9 luglio nel corso della serata in cui verrà assegnato il Premio giornalistico Cristiana Matano.

 

 

 

Progetto “Autodisciplina e conoscenza della cultura orientale attraverso le arti marziali”

DSC_6955Il Liceo Scientifico E. Majorana di Lampedusa è stato protagonista della terza coppa Campionato Maestro Diego Giardina organizzata dal Maestro Vincenzo Giardina cintura nera 7° Dan dalla Kyushindo Kia Karate, che si è svolta Domenica 24/04/2016 presso la palestra comunale di Canicattì, alla presenza di un folto gruppo di esperti ed estimatori del settore. La competizione, giunta al suo terzo anno, ha avuto come partecipanti più di 160 allievi e 30 tra maestri ed allenatori di arti marziali provenienti da tutta la Sicilia, nonché una rappresentanza di atleti proveniente dall’Inghilterra.

 

20160424_132028 Alla gara hanno partecipato anche due studenti del Liceo Scientifico E. Majorana di Lampedusa, Marino De Rubeis e Tamara Martino, che durante l’anno scolastico hanno frequentato il progetto “Autodisciplina e conoscenza della cultura orientale attraverso le arti marziali”. L’impegno profuso durante l’anno scolastico dal professore Calogero Insalaco, allenatore e coordinatore del progetto scolastico, coadiuvato dal Professore Fabio Giovanetti nelle vesti del tutor, ha permesso ai partecipanti di raggiungere un ottimo livello di preparazione atletica, tanto che dal folto gruppo che ha partecipato all’iniziativa, i due allievi sono stati in grado di prendere parte alla competizione di kata svoltasi Domenica 24 Aprile a Canicattì gareggiando con karateki di pari categoria e raggiungendo degli splendidi risultati classificandosi rispettivamente: Tamara Martino al I° posto e Marino De Rubeis al II° posto.

 

20160424_131932Tamara Martino interpellata sulla sua ottima prestazione ha affermato: “È stata una bellissima esperienza fatta di emozioni e sensazioni indescrivibili. Dopo tanto impegno sono riuscita a realizzarmi in questa nuova disciplina portando a casa il primo premio. Un grazie particolare và fatto al mio professore che è riuscito, in così poco tempo, a sconfiggere tutte le mie paure e a trasformare un semplice hobby in una vera e propria passione.”20160424_131941

Ai due vincitori vanno le più calorose congratulazioni per aver rappresentato in modo così eccellente il Liceo di Lampedusa.

                                                                                                                                    Prof.Calogero Insalaco

DSC_6890

DSC_6899

PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA LAVORO A.S. 2015/2016 – STAGE.

LogoAlternanzaLa legge 13 luglio 2015, n.107 ha inserito organicamente l’Alternanza scuola lavoro  nell’offerta formativa di tutti gli indirizzi di studio della scuola secondaria di secondo grado come parte integrante dei percorsi di istruzione, stabilendo per le classi liceali un monte ore obbligatorio di 200 ore da svolgere nel secondo biennio e nell’ultimo anno di corso.

Inoltre, in base alla legge 107/2015, le esperienze di alternanza dal corrente anno scolastico 2015/16 coinvolgeranno, a partire dalle classi terze, tutti gli studenti.

Come precisato nella Guida operativa del MIUR “attraverso l’alternanza scuola lavoro si concretizza il concetto di pluralità e complementarità dei diversi approcci nell’apprendimento. Il mondo della scuola e quello dell’impresa/struttura ospitante non sono più considerati come realtà separate bensì integrate tra loro, consapevoli che, per uno sviluppo coerente e pieno della persona, è importante ampliare e diversificare i luoghi, le modalità ed i tempi dell’apprendimento. Il modello dell’alternanza scuola lavoro intende non solo superare l’idea di disgiunzione tra momento formativo ed operativo, ma si pone l’obiettivo più incisivo di accrescere la motivazione allo studio e di guidare i giovani nella scoperta delle vocazioni personali, degli interessi e degli stili di apprendimento individuali, arricchendo la formazione scolastica con l’acquisizione di competenze maturate “sul campo”.

Il Liceo Scientifico “E. Majorana” dell’Istituto Omnicomprensivo “L. Pirandello” di Lampedusa e Linosa nel corrente anno scolastico ha progettato percorsi di  Alternanza Scuola-Lavoro nell’ambito dell’accoglienza turistica: in tal senso, l’alternanza risponde a questo bisogno di creare una sinergia tra scuola e territorio in un’ottica collaborativa per lo sviluppo di professionalità allineate alla domanda del mercato.

La ricchezza del percorso è data anche dalla possibilità che esso offre agli studenti di accedere a luoghi di formazione diversi da quelli istituzionali, le aziende, dove valorizzare al meglio le potenzialità personali e sviluppare competenze trasversali, per consentire una preparazione professionale adeguata e favorire l’orientamento degli studenti nelle scelte lavorative.

Il progetto ha come destinatari gli alunni delle classi del secondo biennio e dell’ultima classe della Scuola Secondaria di II grado e prevede per il Liceo Scientifico un percorso di 200 ore complessive così ripartite:

Anno scolastico N. ore orientamento e preparazione generale N. ore di stage presso aziende in convenzione
2015/2016 20 ore 50 ore
2016/2017 20 ore 50 ore
2017/2018 20 ore 40 ore

Per permettere la realizzazione dei percorsi in Alternanza Scuola-Lavoro sono stati individuati all’interno dei consigli di classe i docenti con specifiche funzioni di tutor interni.

La funzione di tutor interno sarà incentivata con fondi a carico del MIUR.

Il tutor interno assumerà  il ruolo di assistenza e guida degli studenti e di garanzia per un corretto svolgimento dei percorsi in “Alternanza” (Art.5 D.Lgs N.77 del 15/4/2005).

Pertanto dovrà:

  • Coordinarsi con il docente referente per l’alternanza
  • Raccogliere il Patto formativo sottoscritto dai genitori e dallo studente
  • Coordinarsi con il tutor formativo esterno
  • Curare assieme al tutor esterno la valutazione dell’esperienza per ciascuno studente utilizzando l’apposita modulistica

Il tutor interno inoltre svolge le seguenti funzioni:

  1. elabora, insieme al tutor esterno, il percorso formativo personalizzato che verrà sottoscritto dalle parti coinvolte (scuola, struttura ospitante, studente/soggetti esercenti la potestà genitoriale);
  2. assiste e guida lo studente nei percorsi di alternanza e ne verifica, in collaborazione con il tutor esterno, il corretto svolgimento;
  3. gestisce le relazioni con il contesto in cui si sviluppa l’esperienza di alternanza scuola lavoro, rapportandosi con il tutor esterno;
  4. monitora le attività e affronta le eventuali criticità che dovessero emergere dalle stesse;
  5. valuta, comunica e valorizza gli obiettivi raggiunti e le competenze progressivamente sviluppate dallo studente;
  6. promuove l’attività di valutazione sull’efficacia e la coerenza del percorso di alternanza, da parte dello studente coinvolto;
  7. informa ed aggiorna il Consiglio di classe sullo svolgimento dei percorsi, anche ai fini dell’eventuale riallineamento della classe;
  8. assiste il Dirigente Scolastico nella redazione della scheda di valutazione sulle strutture con le quali sono state stipulate le convenzioni per le attività di alternanza, evidenziandone il potenziale formativo e le eventuali difficoltà incontrate nella collaborazione.

 

Valutazione delle attività di alternanza scuola lavoro in sede di scrutinio

La certificazione delle competenze sviluppate attraverso la metodologia dell’alternanza scuola lavoro può essere acquisita negli scrutini intermedi e finali degli anni scolastici compresi nel secondo biennio e nell’ultimo anno del corso di studi. In tutti i casi, tale certificazione deve essere acquisita entro la data dello scrutinio di ammissione agli esami di Stato e inserita nel curriculum dello studente.

 

Sulla base della suddetta certificazione, il Consiglio di classe procede:

 

  1. a) alla valutazione degli esiti delle attività di alternanza e della loro ricaduta sugli apprendimenti disciplinari e sul voto di condotta; le proposte di voto dei docenti del Consiglio di classe tengono esplicitamente conto dei suddetti esiti;

 

Per quanto riguarda la frequenza dello studente alle attività di alternanza, nelle more dell’emanazione della “Carta dei diritti e dei doveri degli studenti in alternanza scuola lavoro, concernente i diritti e i doveri degli studenti della scuola secondaria di secondo grado impegnati nei percorsi di formazione di cui all’articolo 4 della legge 28 marzo 2003, n.53, come definiti al decreto legislativo 15 aprile 2005, n.77”, ai fini della validità del percorso di alternanza è necessaria la frequenza di almeno tre quarti del monte ore previsto dal progetto.

 

In ordine alle condizioni necessarie a garantire la validità dell’anno scolastico ai fini della valutazione degli alunni, ai sensi dell’art.14, comma 7, del d.P.R. 22 giugno 2009, n.122 e secondo le indicazioni di cui alla circolare MIUR n. 20 del 4 marzo 2011, si specifica quanto segue:

 

  • nell’ipotesi in cui i periodi di alternanza si svolgano durante l’attività didattica, la presenza dell’allievo registrata nei suddetti percorsi va computata ai fini del raggiungimento del limite minimo di frequenza, pari ad almeno tre quarti dell’orario annuale personalizzato, oltre che ai fini del raggiungimento del monte ore previsto dal progetto di alternanza;

 

  • qualora, invece, i periodi di alternanza si svolgano, del tutto o in parte, durante la sospensione delle attività didattiche (ad esempio, nei mesi estivi), fermo restando l’obbligo di rispetto del limite minimo di frequenza delle lezioni, la presenza dell’allievo registrata durante le attività presso la struttura ospitante concorre alla validità del solo percorso di alternanza che richiede, come sopra specificato, la frequenza di almeno tre quarti del monte ore previsto dal progetto.

 

I risultati finali della valutazione vengono sintetizzati nella certificazione finale. Il tutor formativo esterno, ai sensi dell’art. 5 del D.Lgs. 15 aprile 2005, n. 77, «…fornisce all’istituzione scolastica o formativa ogni elemento atto a verificare e valutare le attività dello studente e l’efficacia dei processi formativi».

La valutazione finale degli apprendimenti, a conclusione dell’anno scolastico, viene attuata dai docenti del Consiglio di classe, tenuto conto delle attività di valutazione in itinere svolte dal tutor esterno sulla base degli strumenti predisposti. La valutazione del percorso in alternanza è parte integrante della valutazione finale dello studente ed incide sul livello dei risultati di apprendimento conseguiti nell’arco del secondo biennio e dell’ultimo anno.

 

Il tutoring interno avverrà di norma senza presenza nella struttura ospitante.

Per realizzare un efficace coordinamento tra tutor interno e tutor esterno è comunque auspicabile che il tutor interno, qualora possibile, presenzi ad una o più giornate di stage.

Il coding approda a Lampedusa

lg_ItalianInternetDayIl 29 aprile si è celebrato l’ Internet Day italiano, voluto dal Governo per festeggiare il 30° anniversario della prima connessione dell’Italia in Rete, avvenuta il 30 aprile 1986. Una giornata con un fitto programma di iniziative in tutto il Paese che ha visto il mondo della scuola protagonista nell’organizzare eventi e momenti di studio per approfondire il ruolo di Internet nella società, con particolare riguardo al suo valore formativo ed educativo, alle sue potenzialità e alla necessità di un suo uso consapevole.

La scuola e il mondo dell’Istruzione sono stati protagonisti dell’Internet Day inserendosi perfettamente nella cornice educativa del Piano Nazionale Scuola Digitale che sta andando avanti, da un lato con le azioni di formazione del personale, dall’altro con la diffusione di una nuova cultura educativa nelle scuole in cui la tecnologia sta diventando sempre più strumentale alle esigenze di una didattica flessibile e collaborativa”.

IMG_0707La nostra scuola ha partecipato con un’attività di  introduzione al coding svolta dalla prof.ssa Dragonetti Paola e rivolta alla classe 5^C della scuola primaria. Si è trattato di un’azione di formazione che ha avuto l’obiettivo di introdurre il pensiero computazionale in classe usando attività intuitive e divertenti da proporre direttamente agli alunni affinché il punto più a sud d’Italia non sia solo il fanalino di coda dell’Europa ma un luogo dove si investe nel futuro e nella crescita delle competenze dei giovani; Internet, infatti, permette di uscire dall’isolamento ed entrare in contatto con il mondo intero!

News
Corso di formazione dei docenti neoassunti

Corso di formazione dei docenti neoassunti

In allegato la circolare relativa al corso di formazione dei docenti neoassunti. Il  corso si articolerà come indicato nella circolare nei ...

Leggi di più....

Incontro Formativo previsto dal Progetto di Educazione alla Salute a.s. 2015/16

Incontro Formativo previsto dal Progetto di Educazione alla Salute a.s. 2015/16

Relativamente al progetto Educazione alla Salute, il prossimo appuntamento coinvolgerà gli alunni delle classi terze della scuola secondaria di 1° grado ...

Leggi di più....

Sciopero del comparto Scuola per il giorno 20/05/2016

Sciopero del comparto Scuola per il giorno 20/05/2016

Si comunica che per giorno 20 maggio 2016 le sigle  FLC CGIL, CISL Scuola, UIL Scuola e SNALS Confsal hanno ...

Leggi di più....

Questionario di Gradimento Progetto Madrelingua in Classe

Questionario di Gradimento Progetto Madrelingua in Classe

Caro studente e gentile genitore, al fine di migliorare la qualità dell'offerta formativa della nostra scuola, vi chiediamo di rispondere al ...

Leggi di più....

Progetto “Adotta uno scrittore”

Progetto “Adotta uno scrittore”

Circolare riguardante i docenti delle classi:   II A e  III A della scuola secondaria di I grado I A e II A ...

Leggi di più....

Convocazione collegio dei docenti

Si comunica che mercoledì 18 maggio alle ore 18:30 nell’atrio della scuola secondaria di 2° grado si terrà il collegio ...

Leggi di più....

Neoimmessi in ruolo: i tutor possono iscriversi su Indire

Neoimmessi in ruolo: i tutor possono iscriversi su Indire

Da martedì 3 maggio sono aperte le iscrizioni all'ambiente online riservato ai tutor dei docenti assunti in ruolo nell'anno scolastico ...

Leggi di più....

Circolari e Comunicazioni

Gallery

logo_trasparenzavalutazionemerito