di Lampedusa e Linosa

LO SPORT DI CLASSE PER UN MARE SOSTENIBILE

L’Istituto Omnicomprensivo L. Pirandello, nell’ambito del Progetto MIUR Sport di classe, l’Area Marina Protetta delle Isole Pelagie , le associazioni dei pescatori, Marevivo e altre associazioni ambientaliste, oggi, 5 giugno 2018 hanno dato  vita insieme ad una giornata particolare  a Lampedusa  per inaugurare la Settimana dello Sviluppo Sostenibile.

Ciascuno di loro ha fatto la propria parte per suscitare l’attenzione sui grandi temi dell’inquinamento e su come natura e sviluppo possono coniugarsi in un equilibrio di crescita economica e salvaguardia della natura.

Protagonista la bellissima spiaggia della Guitgia, che è stata animata dai bambini delle classi IV e V della Scuola Primaria che tra gare sportive, lezioni e laboratori a cielo aperto, hanno conosciuto i contenuti delle grandi emergenze ambientali legate al sovra sfruttamento delle risorse naturali.

Lo sport per impegnare i giovani nel sano agonismo!

L’organizzazione ha progettato una gara di recupero di reperti affondati; gli studenti si sono immersi in mare e con le maschere hanno perlustrato i fondali limitrofi alla spiaggia, cercando di recuperare delle piccole piastrelle precedentemente sistemate dai promotori dell’iniziativa,  e sulle quali sono state riportate le immagini di alcune specie marine, ma anche dei disegni di  reperti non naturali.

A fine raccolta è stata effettuata la catalogazione dei “ritrovamenti” e qui con la collaborazione di biologi marini e i pescatori locali che hanno partecipato all’organizzazione dell’iniziativa, è stato realizzato un laboratorio sui pesci per parlare di stagionalità delle catture, di taglie consentite, di specie locali e Mediterranee, ma anche di quelle aliene; ed ancora sono stati analizzati gli effetti della massiccia presenza della plastica, esistenza invadente che rappresenta la degenerazione del progresso e le imprevedibili conseguenze dei comportamenti umani scorretti e dell’abbandono indiscriminato dei rifiuti  in natura.

Il 5 giugno è stato anche il giorno in cui ufficialmente è ripartita la terza annualità di Tartaworld, la campagna di sensibilizzazione sulla difesa delle tartarughe marine Caretta caretta. La campagna promossa dall’Area Marina Protetta delle isole Pelagie, nelle precedenti prime due edizioni ha coinvolto il territorio ed in particolare gli studenti  allo scopo di aumentare i recuperi di specie ferite, limitare le catture accidentali e sensibilizzare tutti sui pericoli che rappresentano per le tartarughe marine i sacchetti e gli oggetti di plastica abbandonati in mare. Protagonisti i responsabili dell’Area Marina e i giovani biologi di Marevivo che hanno coinvolto tutti in laboratori, proiezioni e seminari informativi.

Ecco alcuni momenti della manifestazione.

Progetto Volontariato
< 2018 >
Agosto
DLMMGVS
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031