di Lampedusa e Linosa

“Il Viaggio della Vita” continua…

0001

“Il viaggio della vita”
Un percorso di consapevolezza e ricerca di senso
Una proposta a chi vive a Lampedusa

Anche quest’anno continueremo il percorso proposto da M I G R A N T E S fondazione della conferenza episcopale italiana.
“Il viaggio della vita” è il tema conduttore di questo percorso che si snoda a partire da tre viaggi di altrettanti personaggi approdati a Lampedusa dal continente africano. Ogni anno, il progetto propone l’esplorazione del mondo di origine di uno di questi tre protagonisti, con particolare riferimento ad alcune caratteristiche della società dove la persona è nata e cresciuta fra tradizione e modernità (stili di vita, regole sociali, cultura, credenze) e alle dinamiche economiche e politiche che stanno all’origine della decisione di migrare.
In questo anno scolastico le protagoniste saranno Welela, una ragazza eritrea di 20 anni e Samia, ragazza di Mogadiscio (con riferimento al romanzo di Giuseppe Catozzella, “Non dirmi che hai paura”, Feltrinelli 2014, biografia di Samia, ragazza di Mogadiscio, Premio Strega Giovani 2014).
Le persone che approdano a Lampedusa appaiono ai nostri occhi del tutto sprovvedute. Questo progetto vuole restituire loro gli abiti della dignità, andando alla scoperta della loro storia e dell’arte di vivere delle popolazioni a cui appartengono. Ma al tempo stesso, esso promuove una presa di coscienza delle realtà che sono all’origine della decisione di migrare, che spingono ad affrontare un viaggio così pericoloso e traumatico, senza alcuna certezza dell’esito finale; si tratta di scoprire le regole del gioco imposte oggi all’umanità dalla governance globale e locale.

Lampedusa, Island of Peace