di Lampedusa e Linosa

“Illustrami il mondo”. I volontari di Ibby all’Istituto L. Pirandello

ibby-logo2

img_3502 Com’è ormai tradizione consolidata del nostro Istituto, la settimana in cui cade il 20 novembre, anniversario della Convenzione dei diritti dell’infanzia, è stata dedicata alla promozione della lettura. Dal 14 al 20, infatti, i volontari di Ibby Italia, promotori del progetto per l’apertura di una biblioteca per i ragazzi dell’Isola, hanno proposto in tutte le classi dell’Istituto dei laboratori sul tema “Illustrami il mondo”.

Gli alunni e gli studenti di tutti gli ordini, dall’infanzia alla secondaria di II grado di Lampedusa e Linosa, sono stati coinvolti in attività varie e tutte di notevole qualità, volte a far scoprire il piacere che si può trarre dalla lettura e a stimolare la fantasia, la creatività, la capacità di esprimere il proprio mondo interiore. Il successo dell’iniziativa presso gli studenti è testimoniato dalla larga partecipazione anche alle attività extrascolastiche organizzate dall’associazione presso il “Centro Studi Ibby” che sostituisce la biblioteca vera e propria, attualmente in ristrutturazione da parte dell’amministrazione comunale.

 

15134733_1371748736170824_6416808961695960525_n img_3554img_3522

 

 

 

 

 

 

15073465_10211501327428423_1940581646528633879_nMa ad essere coinvolti non sono stati solo gli studenti. Uno spazio importante è stato dedicato alla formazione rivolta ai docenti, con due incontri ai quali gli insegnanti hanno partecipato numerosi: il primo rivolto a quelli della scuola dell’infanzia e primaria, l’altro della scuola secondaria di I e II grado.

Nel primo incontro, tenuto da Martina Monetti (promotrice della lettura) e da Giulia Franchi (formatrice) si è parlato di Silent book, libri senza parole. Le volontarie hanno presentato una carrellata di alcuni tra i silent più belli e interessanti e si sono soffermate sulle modalità di lettura di quelli rivolti ai più piccoli.

Il secondo incontro, rivolto agli insegnanti di scuola secondaria di I e II grado, è stato condotto da Deborah Soria, libraia e promotrice del progetto Ibby per “La biblioteca che verrà… di Lampedusa”, e da Fabio Stassi, scrittore al suo secondo incontro con la nostra scuola, visto che già lo scorso anno era stato “adottato” dalle classi dell’Istituto per il progetto “Adotta uno scrittore” in collaborazione col Salone del libro di Torino.

img_3518Deborah Soria ha tenuto una divertente “lezione” sulla figura di R. Dahl, autore per ragazzi tra i più celebri e amati: ha raccontato aneddoti ed episodi significativi della vita dello scrittore; ha sottolineato gli elementi autobiografici presenti nei suoi romanzi e spiegato alcune caratteristiche peculiari della sua opera. L’intervento della Soria è stato particolarmente gradito poiché tutte le classi della scuola secondaria di I grado stanno affrontando la lettura dei principali romanzi di R. Dahl, nell’ambito del progetto d’Istituto “Lettori si diventa”.

Episodi della vita personale e familiare intrecciati a continui rimandi alla grande letteratura hanno caratterizzato l’intervento di Fabio Stassi. Lo scrittore ha coinvolto i presenti in un affascinante racconto ricco di suggestioni e spunti di riflessione, soffermandosi su come in lui sia nata la passione della lettura e di come questa sia stata nutrimento per la sua formazione personale e letteraria.

15073510_1371752586170439_8946768515225995055_nLa scuola ha poi ospitato un “laboratorio di scrittura creativa”, condotto da Fabio Stassi, che ha registrato un elevatissimo numero di presenze. Il laboratorio, infatti, nato su iniziativa di un gruppo di volontari della biblioteca,studenti della secondaria di I e II grado, ha coinvolto anche numerosi docenti e cittadini di Lampedusa che, sotto la guida dello scrittore, si sono cimentati nella produzione di un testo.

L’entusiasmo che anche quest’anno è stato manifestato dai nostri studenti, dai docenti e da tutti coloro che hanno partecipato agli incontri e ai laboratori è una chiara testimonianza della forte esigenza di iniziative culturali del territorio. La collaborazione tra la nostra scuola e l’associazione Ibby Italia, che speriamo duri ancora nel futuro, è una risposta di qualità e spessore a questa richiesta.

Prof.ssa Anna Sardone

 

 

Lampedusa, Island of Peace