di Lampedusa e Linosa

Articoli recenti

Incontro con la Nazionale “Crazy for Football” – Progetto CINEMIND

Secondo appuntamento con il progetto CINEMIND, realizzato con il sostegno finanziario da MIUR E MIBAC nell’ambito dell’azione “Cinema per la Scuola – Buone Pratiche, Rassegne e Festival” del Piano Nazionale “Cinema per la Scuola”. Il docu-film di Volfango de Biasi “Crazy for Football” è stato mostrato ai ragazzi dell’Istituto Omnicomprensivo “Luigi Pirandello” di Lampedusa, nell’ambito della rassegna cinematografica itinerante dedicata alla salute mentale.

Cambia la location, non più Roma, ma Lampedusa; non cambia il risultato, con il grande coinvolgimento dei ragazzi, che hanno assistito al film insieme a Santo Rullo e ai ragazzi della Nazionale “Crazy For Football”, già protagonisti del film e giunti sull’isola in vista della partita di beneficenza domani allo Stadio Comunale di Lampedusa (ore 17.00), con la formazione locale del GSD Academy Lampedusa Calcio

Nel corso del dibattito, gli studenti hanno posto diverse domande ai calciatori; e il grande applauso finale a loro riservato rappresenta un’ulteriore soddisfazione per gli organizzatori del progetto (ECOS Europe, Progetto Itaca Roma e Villa Letizia) e per gli stessi ragazzi, che attraverso la pellicola hanno rivissuto l’avventura in Giappone del 2016.

Il Prof. Santo Rullo, presentatore di giornata, ha inoltre parlato ai ragazzi dell’importanza dello sport per la riabilitazione psichiatrica, illustrando il regolamento del concorso CINEMIND, promosso da 8MOON,  che darà agli studenti la possibilità di realizzare un cortometraggio sulla tematica della salute mentale. –

XIV CONCORSO NAZIONALE “TRICOLORE VIVO” “Tutti hanno il diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione …” (Art. 21 della Costituzione)

Oggi, martedì 19 marzo, il nostro istituto ha vissuto due importanti eventi in occasione della XIV edizione del concorso nazionale “Tricolore Vivo”: alle 8,30, in Piazza Libertà, ha avuto luogo l’alzabandiera con i rappresentanti delle Forze dell’Ordine; dalle 10,30 alle 13,30, nell’aula magna, si è svolta la cerimonia di premiazione degli elaborati realizzati dai nostri studenti.

Il concorso nazionale “Tricolore Vivo”, rivolto alle scuole dell’infanzia e alle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado della Regione Siciliana e delle altre Regioni d’Italia, è stato indetto dall’Associazione Italiana Genitori della Regione Sicilia, dalla Città Metropolitana di Palermo, dall’Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia, dal CeSVoP Centro di Servizi per il Volontariato di Palermo; esso rientra tra le attività del progetto “EducataMente”, finanziato dal MIUR all’Associazione Italiana Genitori. Al concorso, finalizzato a sensibilizzare il mondo della scuola alla conoscenza della Carta Costituzionale, dell’Inno Nazionale ed al rispetto del nostro Tricolore, simbolo per eccellenza dell’unità nazionale, hanno partecipato anche altri istituti scolastici delle Regioni d’Italia.

Per partecipare al concorso, i nostri alunni, guidati dai loro insegnanti, sono stati invitati a riflettere sul significato dell’art. 21 della Costituzione Repubblicana in merito al concetto che: «Tutti hanno il diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione…». Gli allievi hanno espresso le proprie considerazioni su detto articolo che esalta la libertà di espressione del pensiero, attraverso componimenti scritti, audiovisivi, fotografici, informatici e grafico-pittorici.

Anche la cerimonia, svoltasi oggi nell’aula magna, è stata occasione di riflessione sulla stessa tematica grazie agli studenti della 2A della Scuola Sec. di I grado che hanno interpretato una favola di Fedro; agli alunni della  IV del Liceo Scientifico che hanno commentato la mancata libertà di stampa presente ancora in alcuni paesi del mondo; alla classe IIIB della Scuola Sec. di I grado che ha trattato il tema “Articolo 21 e Network”; a Elena, alunna della classe IIA del Liceo Scientifico, che è stata portavoce della riflessione dell’art.21 ideata dal docente di diritto Prof. Mamo Salvatore; alla giornalista, nonché docente del nostro Istituto, professoressa M. Rita Savitteri, che ha trattato l’articolo 21 della Costituzione italiana;  e agli interventi del Sindaco dott. S. Martello, del Dirigente Scolastico Prof. C. Argento, del Dottore Bartolo Pietro e del dott. Sebastiano Maggi, Presidente dell’associazione A.Ge. Sicilia.

L’evento, allietato dal coro e da una rappresentanza dell’orchestra scolastica diretti dal maestro Valentina Alabiso ed accompagnati dai docenti di strumento Alessandro Baronello, Salvatore Macaluso ed Angelo Spadafora, si è concluso con la premiazione dei lavori che in modo più originale hanno espresso il tema richiesto.Gli stessi lavori verrano spediti alla Commissione centrale istituita a Palermo perché vengano valutati anche in ordine alla premiazione finale.

Hanno ricevuto la targa le seguenti classi vincitrici:

Sez. 4 e 5 anni scuola dell’infanzia

5B scuola primaria

2A scuola secondaria di primo grado

1A liceo scientifico

Alunni partecipanti della scuola di Linosa.

Hanno ricevuto gli attestati di merito: l’alunno Anthony Caruana della scuola primaria, la 3D della scuola secondaria di primo grado e la 3 B del liceo scientifico.

Hanno partecipato alla cerimonia, oltre agli studenti coinvolti, ai loro docenti e ai loro genitori, una rappresentanza delle forze dell’ordine e la commissione giudicatrice dei lavori composta dal Sindaco di Lampedusa e Linosa, dott. Salvatore Martello, dal Dirigente scolastico, prof. Claudio Argento, dal Presidente dell’associazione A.Ge. Sicilia, dott. Sebastiano Maggio e da due genitori, Sig.ra Catia Martorana e Sig. Pietro Aiello e dalla Prof.ssa Pavia Giuseppina.

Alla fine dell’evento  è stato offerto un rinfresco dagli studenti dell’I.P.S.E.O.A..

Galleria Immagini

Video

Cerimonia celebrativa XIV Edizione del Concorso Nazionale “Tricolore Vivo

 

La libertà d’espressione e di diffusione delle idee, come sancito dall’art. 21 della Costituzione, è l’oggetto della quattordicesima edizione del Concorso Nazionale «Tricolore Vivo».

Promossa dall’AGe (Associazione Italiana Genitori) Sicilia, in collaborazione con la Città metropolitana di Palermo, l’Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia e il CeSVoP, l’iniziativa ha l’obiettivo di diffondere, nelle giovani generazioni, l’amore, il rispetto e la dedizione per i simboli più importanti della nostra Repubblica democratica.

Per il 2019, «Tricolore vivo» concentra l’attenzione dei partecipanti sull’art. 21 della Costituzione,

«Tutti hanno il diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione…».

Su di esso gli alunni dell’Istituto Omnicomprensivo “L. Pirandello” hanno realizzato dei lavori (componimenti scritti, lavori informatici, grafico-pittorici) che illustrano con originalità e immediatezza le loro riflessioni. Gli allievi hanno espresso le proprie considerazioni sull’articolo della Carta, mettendo in risalto: l’importanza fondamentale della libertà di espressione del pensiero; il sacrificio di coloro che nel passato e tutt’ora lottano perché essa venga garantita; il valore che essa riveste per la democrazia e la sua attualità nell’odierno contesto dominato dai new media.

Gli elaborati saranno selezionati dalla Commissione giudicatrice così composta:

– Il Sindaco della città o un suo delegato;

– Il Dirigente scolastico o un suo delegato;

– Il Presidente dell’associazione A.Ge. Sicilia o un suo delegato;

– Una coppia di genitori indicata dal Sindaco della Città

I lavori verranno presentati e premiati nel corso della cerimonia che si terrà martedì 19 marzo alle 10:30, presso l’Aula Magna dell’Istituto Omnicomprensivo “L. Pirandello” di Lampedusa .

Gli stessi lavori saranno  spediti alla Commissione centrale istituita a Palermo perché vengano valutati anche in ordine alla premiazione finale.  

Presentazione del progetto ASL “Dal Polo Nord a Lampedusa alla ricerca di raggi cosmici”

Venerdì 15 marzo, alle ore 17.30, presso l’Aula Magna dell’Istituto, ha avuto luogo l’evento organizzato dagli studenti del Liceo scientifico E. Majorana che hanno aderito al progetto ASL “Dal Polo Nord a Lampedusa alla ricerca di raggi cosmici” in collaborazione con il Centro Enrico Fermi di Roma.

L’evento ha avuto come tematica principale la fisica dei raggi cosmici e l’attività sperimentale svolta dai ragazzi grazie alla presenza nella nostra scuola del rilevatore POLA-01 che durante il mese di luglio 2018 ha raggiunto le isole Svalbard al Polo Nord, nell’ambito della spedizione POLAR QUEEEST, e da due settimane è ospitato all’interno del nostro istituto per la rilevazione dei raggi cosmici che è stata costantemente monitorata dagli studenti.

La nostra scuola ha potuto effettuare questa attività sperimentale grazie all’adesione al progetto nazionale “Extreme Energy Events la scienza nelle scuole”, ideato dal Prof. Zichichi, che rende gli studenti protagonisti in un esperimento scientifico di portata nazionale con rilevatori di raggi cosmici sparsi in tutta la penisola.

Sono intervenuti: il direttore del Centro Fermi Dott. Nania, i referenti del progetto Extreme Energy Events per la Sicilia Dott.ssa La Rocca e Prof. Riggi, il Sindaco Salvatore Martello, il Dirigente Scolastico Claudio Argento e gli studenti coinvolti nel progetto che hanno relazionato sull’attività svolta.

Al termine dell’evento gli studenti dell’I.P.S.E.O.A. hanno offerto un piccolo rinfresco.

Articoli correlati

Video correlati

 Descrizione del progetto della Prof. Paola Dragonetti

«Dal Polo Nord a Lampedusa alla ricerca dei raggi cosmici»: è il progetto di Alternanza Scuola-Lavoro a conclusione del quale si è tenuto un evento dedicato  nell’aula magna del Liceo scientifico «Ettore Majorana» di Lampedusa il 15 marzo 2019. L’iniziativa, organizzata in collaborazione con il Centro Enrico Fermi di Roma, nasce nel seno del progetto nazionale «Extreme Energy Events, la scienza nelle scuole», ideato dal professore Antonio Zichichi, a cui la scuola aderisce dal 2016-2017 e che rende gli studenti protagonisti in un esperimento scientifico di portata nazionale, con rivelatori di raggi cosmici sparsi in tutta la penisola.

L’appuntamento è stato arricchito dagli interventi del preside reggente Claudio Argento, del sindaco Salvatore Martello, del Dott. Rosario Nania, direttore del Centro Fermi, della dott.ssa Paola La Rocca e del Prof. Francesco Riggi, referenti del progetto Eee (Extreme Energy Evenets) per la Sicilia.

Inoltre, sono intervenuti con un videomessaggio anche degli ex studenti (Sara Tuccio, Giacomo Tuccio, Rosanna Spina, Diana Galazzo) che nel febbraio del 2017, sempre nell’ambito del progetto EEE, si sono recati al CERN di Ginevra per la costruzione del telescopio per la nostra scuola.

“Il Centro Fermi con il progetto strategico Extreme Energy Events fornisce un esempio unico al mondo di un esperimento sui raggi cosmici con una forte partecipazione degli studenti delle scuole superiori. Un modo efficace di portare la scienza nel cuore dei giovani con una esperienza hands-on nella ricerca e la possibilità di sentirsi parte di una collaborazione di più di 1000 persone tra ricercatori, studenti e docenti sparsi in tutt’Italia, da Torino a Lampedusa”  afferma la professoressa Luisa Cifarelli, Presidente del Centro Fermi, che si è collegata in videoconferenza durante l’evento. 

Gli studenti del liceo scientifico coinvolti nel progetto, guidati dalle docenti Dragonetti Paola e Mercanti Stefania, si sono relazionati in merito alla fisica dei raggi cosmici e all’attività sperimentale svolta grazie alla presenza nella scuola del rilevatore POLA-01 che, tornato dalla circumnavigazione delle Svalbard, è ora impegnato in una serie di misure di flusso di raggi cosmici in Italia.

Questo rivelatore di raggi cosmici, nel mese di luglio del 2018, ha raggiunto le isole

norvegesi al Polo Nord nell’ambito della spedizione Polar Queeest ed è stato ospitato presso la scuola di Lampedusa per la rilevazione dei raggi cosmici e lo studio della loro dipendenza dalla latitudine (passando dal parallelo 80° al 35°).

“L’evento di oggi ha dimostrato ancora una volta il forte impegno dei ragazzi nel progetto EEE, e il loro entusiasmo in un percorso che li vede protagonisti di misure scientifiche di alto livello. Siamo convinti che il loro coinvolgimento diretto ed il supporto di docenti motivati permetta una divulgazione scientifica efficace e capace di incidere nelle loro scelte future.” dice Rosario Nania coordinatore dei progetti strategici del Centro Fermi.

sito centro fermi  https://www.centrofermi.it/it/

sito progetto eee https://www.centrofermi.it/it/prog/progetti-interdisciplinari/eee

sito polarqueeest http://www.polarquest2018.org

 

Prof.ssa Paola Dragonetti

Galleria foto

 

gennaio 2020

lun mar mer gio ven sab dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31