di Lampedusa e Linosa

Attività Progettuali Scuola Secondaria di II Grado

Open Day a Lampedusa

16265523_452879488434115_8645401825247684224_nIl momento della scelta tra i percorsi formativi e di studio in vista dell’iscrizione alla Scuola Superiore è di notevole impegno per i genitori che devono sostenere i propri figli nella scelta del percorso scolastico più adatto a realizzare il loro personale progetto di vita. Si tratta di una scelta importante per il futuro, che va affrontata con serenità ma anche con responsabilità e consapevolezza.

Il nostro Istituto si è così adoperato cercando di sviluppare un percorso formativo che, oltre a supportare lo sviluppo di competenze, abilità e conoscenze, ha accompagnato i ragazzi a scoprire la loro identità e le loro potenzialità.

Tale percorso si è concluso con l’Open Day di Venerdì 20/01/2017, giornata in cui,  presso i locali del Liceo Scientifico, i genitori e gli alunni della Scuola Secondaria di primo grado sono stati accolti e guidati in un percorso informativo sulle possibilità di scelta che l’Istituto offre.

Nello specifico, durante la mattinata gli alunni della Scuola secondaria di primo grado, accompagnati dai docenti, si sono recati presso i locali del Liceo Scientifico in cui sono stati guidati dagli studenti della Scuola secondaria di secondo grado per la visita dei laboratori, delle aule e delle attrezzature di cui dispone l’istituto, alla scoperta di quanto viene svolto nei tre diversi indirizzi di studio: Istituto Tecnico Economico (indirizzo Turismo) – Istituto Professionale per i Servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera con articolazione Accoglienza turistica – Liceo Scientifico.

16142367_452900491765348_7981916614056513657_n 16174744_452879678434096_8087477135368595737_nNel pomeriggio, poi, si è tenuto un incontro con i genitori, al termine del quale gli alunni dell’Istituto Alberghiero sono stati ben lieti di offrire i loro prodotti culinari, presentati in un accogliente banchetto.

Prof.ssa Angela Gueli

“Adotta un libro” al Liceo Scientifico

fb_img_1483719649155Sabato 22 Dicembre 2016, dalle ore 10.30 alle ore 11.30, presso l’atrio del nostro liceo, nell’ambito dell’Assemblea studentesca, tutti gli alunni della Scuola  Secondaria di secondo grado si sono “ tuffati” tra gli innumerevoli libri, da potere consultare e portare con sé, di cui l’Amministrazione ha fatto dono, in seguito alla campagna “Adotta un libro”.

 

 

fb_img_1483719673308 fb_img_1483719662814 fb_img_1483719654037

fb_img_1483719643558Entusiasti per la preziosa iniziativa, volta alla promozione della lettura, il Dirigente Scolastico, i docenti e gli alunni ringraziano l’Amministrazione comunale di Lampedusa e Linosa per l’ opportunità concessa.

 

Prof.ssa Angela Gueli

“Illustrami il mondo”. I volontari di Ibby all’Istituto L. Pirandello

ibby-logo2

img_3502 Com’è ormai tradizione consolidata del nostro Istituto, la settimana in cui cade il 20 novembre, anniversario della Convenzione dei diritti dell’infanzia, è stata dedicata alla promozione della lettura. Dal 14 al 20, infatti, i volontari di Ibby Italia, promotori del progetto per l’apertura di una biblioteca per i ragazzi dell’Isola, hanno proposto in tutte le classi dell’Istituto dei laboratori sul tema “Illustrami il mondo”.

Gli alunni e gli studenti di tutti gli ordini, dall’infanzia alla secondaria di II grado di Lampedusa e Linosa, sono stati coinvolti in attività varie e tutte di notevole qualità, volte a far scoprire il piacere che si può trarre dalla lettura e a stimolare la fantasia, la creatività, la capacità di esprimere il proprio mondo interiore. Il successo dell’iniziativa presso gli studenti è testimoniato dalla larga partecipazione anche alle attività extrascolastiche organizzate dall’associazione presso il “Centro Studi Ibby” che sostituisce la biblioteca vera e propria, attualmente in ristrutturazione da parte dell’amministrazione comunale.

 

15134733_1371748736170824_6416808961695960525_n img_3554img_3522

 

 

 

 

 

 

15073465_10211501327428423_1940581646528633879_nMa ad essere coinvolti non sono stati solo gli studenti. Uno spazio importante è stato dedicato alla formazione rivolta ai docenti, con due incontri ai quali gli insegnanti hanno partecipato numerosi: il primo rivolto a quelli della scuola dell’infanzia e primaria, l’altro della scuola secondaria di I e II grado.

Nel primo incontro, tenuto da Martina Monetti (promotrice della lettura) e da Giulia Franchi (formatrice) si è parlato di Silent book, libri senza parole. Le volontarie hanno presentato una carrellata di alcuni tra i silent più belli e interessanti e si sono soffermate sulle modalità di lettura di quelli rivolti ai più piccoli.

Il secondo incontro, rivolto agli insegnanti di scuola secondaria di I e II grado, è stato condotto da Deborah Soria, libraia e promotrice del progetto Ibby per “La biblioteca che verrà… di Lampedusa”, e da Fabio Stassi, scrittore al suo secondo incontro con la nostra scuola, visto che già lo scorso anno era stato “adottato” dalle classi dell’Istituto per il progetto “Adotta uno scrittore” in collaborazione col Salone del libro di Torino.

img_3518Deborah Soria ha tenuto una divertente “lezione” sulla figura di R. Dahl, autore per ragazzi tra i più celebri e amati: ha raccontato aneddoti ed episodi significativi della vita dello scrittore; ha sottolineato gli elementi autobiografici presenti nei suoi romanzi e spiegato alcune caratteristiche peculiari della sua opera. L’intervento della Soria è stato particolarmente gradito poiché tutte le classi della scuola secondaria di I grado stanno affrontando la lettura dei principali romanzi di R. Dahl, nell’ambito del progetto d’Istituto “Lettori si diventa”.

Episodi della vita personale e familiare intrecciati a continui rimandi alla grande letteratura hanno caratterizzato l’intervento di Fabio Stassi. Lo scrittore ha coinvolto i presenti in un affascinante racconto ricco di suggestioni e spunti di riflessione, soffermandosi su come in lui sia nata la passione della lettura e di come questa sia stata nutrimento per la sua formazione personale e letteraria.

15073510_1371752586170439_8946768515225995055_nLa scuola ha poi ospitato un “laboratorio di scrittura creativa”, condotto da Fabio Stassi, che ha registrato un elevatissimo numero di presenze. Il laboratorio, infatti, nato su iniziativa di un gruppo di volontari della biblioteca,studenti della secondaria di I e II grado, ha coinvolto anche numerosi docenti e cittadini di Lampedusa che, sotto la guida dello scrittore, si sono cimentati nella produzione di un testo.

L’entusiasmo che anche quest’anno è stato manifestato dai nostri studenti, dai docenti e da tutti coloro che hanno partecipato agli incontri e ai laboratori è una chiara testimonianza della forte esigenza di iniziative culturali del territorio. La collaborazione tra la nostra scuola e l’associazione Ibby Italia, che speriamo duri ancora nel futuro, è una risposta di qualità e spessore a questa richiesta.

Prof.ssa Anna Sardone

 

 

Corso di formazione docenti con Ibby

ibby-logo2In occasione della quinta edizione di IBBY Camp Lampedusa, settimana di volontariato e attività per sostenere l’apertura di una biblioteca ragazzi sull’isola, i docenti dell’istituto stanno partecipando a dei corsi di formazione su lettura ad alta voce, lettura animata e tecniche di promozione della lettura.

2016-11-18-photo-00000256 2016-11-18-photo-00000257 2016-11-18-photo-00000258 2016-11-18-photo-00000260 2016-11-18-photo-00000261

 

I “FILOSOFI COI BAMBINI” TRA I RAGAZZI DEL LICEO SCIENTIFICO

cropped-filosifiacb-1-1Mercoledì 16/11/2016 gli alunni delle classi IV A e IV B del Liceo Scientifico, sotto la guida della Prof.ssa Angela Gueli, hanno incontrato i due “Filosofi coi bambini” presenti in questi giorni sull’isola.

15152333_402597956795602_974099682_oSi è trattato di un significativo momento di confronto e dialogo in cui sono emerse diverse chiavi di lettura circa l’attività filosofica realizzabile e spendibile nel mondo.

Gli alunni, incuriositi dalla presenza di due studiosi che fanno filosofia con i bambini, hanno avuto modo di sperimentare nuove dinamiche di ragionamento filosofico che supporta ed arricchisce quello a cui si è solitamente abituati.

15146827_402597900128941_1948156327_o 15134191_402597800128951_211091263_o 15101934_402597830128948_1368148071_o

Grazie ad Ippolita e a Tommaso per la particolare ed emblematica esperienza.

Prof.ssa Angela Gueli

Il Liceo Scientifico e l’Istituto Professionale Alberghiero partecipi del PROGETTO EDUCATIVO ANTIMAFIA

14813277_386306271758104_2036535651_oLunedì 24 ottobre 2016, gli alunni delle classi terze del Liceo Scientifico e dell’Istituto Professionale Alberghiero hanno partecipato al PROGETTO EDUCATIVO ANTIMAFIA del Centro Studi Pio La Torre di Palermo, che, attraverso l’attivazione di videoconferenze, permette a numerose scuole, di tutta Italia, di partecipare ad interessanti meeting tenuti da studiosi del tema in oggetto.

Il progetto persegue la finalità di formare, nelle nuove generazioni, una coscienza civile e di accrescere la conoscenza e la valutazione critica delle mafie, del loro ruolo negativo nelle società nazionali, dei loro rapporti complessi con la realtà economica, sociale, istituzionale, politica.

“Storia ed evoluzione del fenomeno mafioso e dell’antimafia dalle origini a oggi” è stato il tema intorno a cui si è svolto l’incontro, primo di altri sei che si terranno con cadenza mensile.14858688_386306265091438_861977313_o

I nostri alunni sono stati anche in video collegamento con tutte le scuole coinvolte nel progetto attraverso la piattaforma multimediale 3CX, in diretta streaming sul Portale legalità dell’Ansa e sul sito www.piolatorre.it.

Interessati e particolarmente coinvolti, i ragazzi hanno peraltro partecipato ad un’attività interattiva, in cui hanno risposto ad un questionario di verifica proposto con l’utilizzo di un’applicazione web sui loro smartphone.

14859518_386306241758107_712208592_o 14881570_386306251758106_955272671_o 14894659_386306158424782_1080520297_o

Prof.ssa Angela Gueli

 

Redooc a Lampedusa: la storia del L.S. Majorana

reedocRedooc.com è una piattaforma nativa digitale, per PC, smartphone e tablet, dedicata alle materie scientifiche (STEM) a partire dalla matematica delle Scuole Secondarie di Primo e Secondo grado, fino alla Maturità. La nostra missione è proporre un nuovo modo di imparare (i.e. sviluppare competenze) e insegnare (i.e. far appassionare), utilizzando il linguaggio dei ragazzi (video lezioni, esercizi interattivi tutti spiegati e gamificati, punteggi, classifiche,…). Redooc, infatti, per la sua innovatività e flessibilità di utilizzo, si sta dimostrando lo strumento ideale per introdurre i metodi didattici innovativi della Scuola Digitale.

 

La Prof.ssa Paola Dragonetti utilizza Redooc con tre classi (due quinte e una terza). Curiosi di sapere come viene usato Redooc?

Come usi Redooc per la didattica?

Uso molto Redooc nella mia didattica quotidiana. Ma il punto di forza secondo me è l’aspetto di gamification presente sulla piattaforma. Ho pensato: visto che oltre a sapere se hanno superato o meno l’esercizio, gli studenti vedono quanti  punti hanno guadagnato, perché non sfruttarlo a mio favore? Allora ho deciso di premiare gli studenti sia per i punti accumulati per aver svolto correttamente gli esercizi assegnati, sia per gli esercizi che vorranno svolgere autonomamente, in modo da stimolare la loro curiosità.

Ovviamente ci sono delle regole: i ragazzi possono fare gli esercizi per un massimo di 3 volte. Tutti gli ulteriori tentativi (sullo stesso livello di esercizi) non vengono conteggiati. In questo modo gli studenti sanno che si devono impegnare a svolgere gli esercizi ed evito che perdano tempo a fare esercizi su argomenti che conoscono bene.

Redooc entra nel tuo metodo di valutazione?

Ho pensato di valutare l’uso di Redooc da parte degli studenti in questo modo. Ogni settimana viene premiato il “re della settimana”, cioè colui che ha accumulato più punti su Redooc, secondo le regole che ho descritto prima.

Il re della settimana avrà:

  • il suo nome scritto su un apposito cartellone appeso in classe;
  • un “bonus” che può essere, per esempio, una giustificazione per non aver fatto gli esercizi, oppure mezzo punto in più nella prossima interrogazione.

Per chi diventa “re della settimana” più volte in un mese sono previsti dei bonus extra a fine quadrimestre. Credo che in questo modo gli studenti siano stimolati nello studio della matematica.

Quali strumenti hai a disposizione?

Siamo abbastanza fortunati: in classe ho a disposizione la LIM e nelle due quinte i ragazzi hanno tutti l’Ipad e possono così allenarsi con Redooc dal dispositivo personale oppure seguendo le lezioni in classe. In classe uso la LIM per proiettare le video lezioni sugli argomenti che mi interessano e fermo i video quando voglio approfondire un concetto. In questo modo gli studenti seguono meglio perché alternano la parte di video con la mia spiegazione. Devo dire che Redooc è un ottimo supporto per la didattica.

Per casa, assegno dei livelli di esercizi sull’argomento spiegato e posso monitorare in tempo reale il lavoro di tutti tramite la classe virtuale accessibile dal mio profilo sul sito.

Cosa pensano gli studenti di Redooc?

Gli studenti sono stati molto entusiasti di questa proposta e lavorano costantemente, specialmente le quinte. Visto che hanno anche lo stimolo di essere “re della settimana” ho visto che vanno a ripassare vecchi argomenti per migliorare il punteggio personale, ma hanno anche capito che ripassando migliorano i punteggi sugli argomenti nuovi. Devo dire che gli studenti vedono Redooc come il compagno di studi a casa!

Quali argomenti hai trattato con Redooc in classe?

Con le quinte abbiamo visto le lezioni sui limiti e sulle derivate, dove sono presenti i nuovi video che permettono uno studio più mirato. In terza abbiamo iniziato affrontando la geometria analitica, in particolare le rette nel piano cartesiano.

“Tutti sotto lo stesso cielo, tutti sopra lo stesso mare, tutti migranti!”.

Dopo aver collaborato con l’Istituto alberghiero Pietro d’Abano di Abano Terme per la pubblicazione del giornalino scolastico “Container”, alcuni degli alunni del nostro Liceo Scientifico hanno realizzato un video dal titolo “Tutti sotto lo stesso cielo, tutti sopra lo stesso mare, tutti migranti!”.

Le riprese sono state fatte dal Prof. F. Giovanetti alla Porta d’Europa, simbolo di accoglienza e di pace; il montaggio dal Prof. T. Bortolami, docente del sopracitato istituto, dove, lo scorso 31 maggio, il nostro video è stato proiettato in occasione della festa di fine anno scolastico.

I nostri alunni sempre pronti a dare testimonianza del loro vissuto in un’isola che è da sempre pronta al dialogo, al confronto e al soccorso per chiunque ne abbia bisogno.

Prof.ssa Angela Gueli

Lampedusa, Island of Peace